Galvanica e cromatura metalli

Scegliere di dare il meglio nel campo dei metalli preziosi significa avvalersi delle migliori metodologie di lavorazione come l'efficiente e utilissima tecnica galvanica, che sfrutta un processo elettrolitico per immettere un secondo strato ad una superficie metallica depositando su di esso un altro metallo. Una tecnica indispensabile nell'industria orafa per proteggere i metalli preziosi dalla corrosione e per renderli esteticamente più accattivanti con elementi decorativi. I trattamenti galvanici quali la cromatura, la nichelatura, la ramatura e la satinatura sono i più conosciuti e sfruttati dalle migliori aziende.

Tecniche minuziose per soluzioni efficienti

Il processo di deposizione elettrolitica è una tecnica delicata che richiede accuratezza e attenzione: il modo in cui viene svolta offre garanzie sulla professionalità dell'azienda. Attraverso la galvanica per immersione, o da bagno, si impiegano soluzioni galvaniche, conosciute anche con il nome tecnico di elettroliti, che rappresentano tutte quelle sostanze chimiche che servono per effettuare questo particolare processo di elettrodeposizione. Se occorre effettuare rifiniture più precise e contorni più piccoli in zone circoscritte si preferisce utilizzare le soluzioni per penna, o stilogalvanica, valutando attentamente la velocità di deposizione, la luminosità, il colore, lo sviluppo di bolle e il basso consumo dei puntali. Una soluzione galvanica deve essere trasparente e limpida e viene, dunque, sottoposta a processi accurati di filtrazione continua. L'azienda dedica una cura molto dettagliata a questi delicati passaggi per un risultato ottimale del processo definitivo. 

Servizi completi per tutte le esigenze specifiche

Le soluzioni galvaniche sono formate anche dai sali dei metalli da depositare. Produzione e vendita di sali, dunque, sono due aspetti fondamentali per l'intera ottimizzazione del trattamento galvanico e di conseguenza del prodotto finito, senza corrosioni e decorato nel modo desiderato. I migliori sali impiegati nel banco dei metalli preziosi sono il rodio solfato e il palladio tetrammino. Il rodio solfato è utilizzato frequentemente per la sua ottima resistenza alla corrosione, per la sua durezza e per la sua capacità di legare perfettamente il platino e il palladio. Placcatura, patinatura e rodiatura i processi più comuni che lo vedono come agente protagonista. Inoltre, dona luminosità all'oro bianco ed è impiegato per sistemi ottici e nei processi chimici industriali. Il palladio tetrammino, utilizzato come catalizzatore, serve per placcare metalli e decolorare l'oro, tra i suoi usi più comuni nel campo dei metalli preziosi, ma è anche frequentemente utilizzato nell'industria. La scelta dei sali più idonei ai diversi processi di lavorazione dei metalli è sinonimo di qualità ed efficienza per dare maggiore sicurezza anche ai clienti più esigenti.

L'utilità di ogni singolo elemento chimico

Nella tecnica galvanica ogni singolo processo oltre a essere curato nei dettagli consente di utilizzare tutti gli elementi fino alla fine, riadoperando anche tutti quegli scarti di lavorazione che invece di essere buttati via trovano larghi ed utili usi nel settore. I reflui galvanici, infatti, sono recuperati, depurati e riutilizzati per diversi impieghi. L'attività di galvanica è un punto di forza nella lavorazione dei metalli preziosi e contribuisce ad avere un servizio qualitativamente eccellente utilizzando i processi più innovativi e le attrezzature più tecnologiche sul mercato.